AMPAF

 

Associazione Musicale Provinciale Autonoma Frosinone

 

HOME

Musica Ciociara

 Ministoria della Banda musicale di San Giovanni Incarico (FR)

 "Vincenzo Bellini"

 

Gli abitanti di San Giovanni Incarico, piccolo Comune della Ciociaria, sorto attorno al 1200, nella splendida conca della Valle de Liri, hanno  sempre mostrato una spiccata  sensibilità musicale e una grande amore per la buona musica.

 

In un documento del lontano 8 marzo 1864, protocollo n° 2411 della “Sotto Prefettura del Circondario di Gaeta” si ha notizia della restituzione, dopo il visto prefettizio, di un Regolamento della Musica cittadina e nomina del rispettivo Maestro, approvato in Consiglio Comunale in data 27 gennaio 1864, Sindaco Luigi Santoro.  Nel documento vengono stabilite le regole del funzionamento della banda e viene incaricato maestro di musica, per la durata di due anni,  il sig. Giulio De  Benedictis domiciliato in Cassino.

 

 

Nel 1869, poco prima dell’Unità d’Italia, il Comune di San Giovanni Incarico (FR) possedeva una banda musicale composta da circa 60 elementi e diretta dal Maestro Michele Manzi, profondo conoscitore della buona musica e dotato di fine orecchio musicale.

 

Purtroppo il prof. Michele Manzi, il 14 novembre 1869, mentre dirigeva e accompagnava il  concerto musicale per le vie del paese, venne colto da improvviso malore, morendo all’istante.

 

Dopo questo emblematico episodio, negli anni successivi, diressero la banda musicale alcuni componenti della banda stessa, dotati di eccellenti ed ottime qualità musicali, che  riuscirono  a far conoscere un vasto repertorio di musica lirica, non solo nel paese, ma anche nei paesi viciniori e persino in altre regioni.

 

Le qualità dei componenti della banda musicale, il loro individuale virtuosismo e la loro sensibilità  musicale,  sono state molto apprezzate e applaudite da tutti coloro che hanno avuto il piacere di ascoltarli

 

Questo stesso attaccamento e questa stessa sensibilità, l'hanno confermata nell'arco degli anni successivi, i giovani sangiovannesi che hanno rafforzato e migliorato il complesso bandistico.

 

Passano alcuni anni e precisamente il 23 dicembre 1876, sotto il regno di Vittorio Emanuele II°, il Consiglio Comunale di San Giovanni Incarico (FR), sindaco pro-tempore sig. Domenico Santoro, elesse il prof. Antonio Liparini di Gaeta, nuovo maestro della locale banda.

 

La banda con grandi sacrifici e alterne vicende, legate anche a noti eventi bellici, ha continuato ad esistere in San Giovanni Incarico e moltissimi sono stati i maestri direttori della locale banda musicale, sino a quando dopo la seconda guerra mondiale non venne ricomposta.

 

La banda ha continuato ad esistere ancora per molti altri anni, sino agli anni cinquanta/sessanta, poi vi è stato un periodo di apparente  abbandono, legato soprattutto al problema del lavoro per cui i componenti la banda, giustamente ma con grande nostalgia, hanno dovuto lasciare il paese.

 

Nell’anno 1950 si ricostituì il Concerto Musicale “Vincenzo Bellini” e, come si evince da una antica foto e una locandina pubblicitaria conservata con cura e gentilmente concessaci dal sig. Salvatore Di Nardo, il Maestro Direttore era Antonio Di Fabio, già direttore di Bande Abruzzesi, il nostro Luigi Renzi era Capo Banda Artistico mentre il Capo Banda Amministrativo era Francesco Nardi e il Direttore Amministrativo Antonio Piacitelli.

 

Dopo circa un trentennio si arriva al 1990 e grazie alla caparbietà  e alla ferrea volontà dei Sigg.: Luigi Renzi, Domenico Renzi, Giuseppe Trementozzi, Nino Martino, Amilcare Ricci, Serafino Valente, Bruno Raso ed Ermes Farina  veterani dell’ex banda  di San Giovanni  Incarico,  viene ricostituita la nuova banda Musicale con il nome di: “Gruppo Bandistico “V. Bellini” - San Giovanni Incarico, affidandone la presidenza al prof. Ruggero Sbardella e la Direzione artistica e Musicale al giovanissimo e promettente  prof. Gianfranco Ricci  che iniziò ad impartire le prime lezioni di musica ad alcuni giovanissimi.

 

L’amore per la musica cresce sempre di più e coinvolge altri giovani che spinge a nuove iniziative per ampliare la spazialità del complesso bandistico, nell’anno 1995 la banda, composta da circa 40 elementi, pazientemente preparati dal Maestro Ricci, venne inglobata in una nuova associazione e la presidenza affidata al sig. Dario Valente.

 

Nell’anno 1997 l’Amministrazione comunale presieduta dal Sindaco dr. Antonio Salvati, in considerazione della nuova realtà musicale cittadina e per venire incontro alle esigenze economiche delle famiglie, istituisce una scuola di musica comunale, ad indirizzo bandistico, affidandone la direzione al preziosissimo prof. Gianfranco Ricci, dando finalmente alla banda ed alla scuola una sede adeguata, ampia e decorosa.

 

Da questo periodo la banda ha iniziato un nuovo cammino verso la popolarità, raggiungendo l’apice della musicalità partecipando a tanti concerti e manifestazioni varie ricevendo, tra l’altro, l’ambito premio “Luci di Ciociaria”. Nel mese di settembre 2002 viene lasciata la presidenza dal sig. Dario Valente e il nuovo incarico viene affidato al sig. Fernando Fallone già vice presidente e componente della banda stessa, che ha provveduto alla riorganizzazione con un nuova forma associativa e dotando la stessa di uno statuto più consono alle nuove esigenze del corpo bandistico dando più spazio e ruolo ai giovani componenti, in stretta collaborazione con l’Amministrazione comunale, non trascurando l’importante finalità sociale che la banda riveste nell’ambito della cittadinanza.

 

La nostra scuola di musica comunale rappresenta la vitalità della banda cittadina, è un vivaio inesauribile per l’esistenza del corpo bandistico, ha lo scopo di avviare i giovanissimi all’amore per la musica, ma soprattutto è indispensabile per garantire il giusto ricambio fisiologico.

 

Attualmente la banda musicale “Vincenzo Bellini” città di San Giovanni Incarico è composta da 45 elementi, per la quasi totalità giovanissimi, gli ultimi arrivati sono 10 piccoli provetti musicanti provenienti dall’ultimo corso della scuola comunale, partecipano ai vari servizi bandistici che si tengono in paese ed in quelli viciniori con grande gioia dei loro familiari, che li seguono ovunque, e ammirazione dei nostri concittadini.

 

Si ringraziano affettuosamente, per le notizie storiche, il prof. Ruggero Sbardella ed il Maestro Domenico Lombardi.

                                                                            

IL PRESIDENTE

Fernando Fallone

Sito ottimizzato per IE 4.X o sup. a 800X600 px o sup.
© 2004 arcenews.it