Roccasecca

 

Provincia di Frosinone, abitanti 7.532, superficie Kmq 42,95, altitudine m. 205

HOME

ROCCASECCA

Il Castello Medievale

Il Castello Medievale di Roccasecca può correttamente denominarsi dei Conti d’Aquino, perché fu tenuto ed abitato da questi signori per lunghi periodi di tempo. Fu anche fortificato da essi. La torre circolare fu eretta da Pandolfo e Rinaldo dAquino. Si tramanda che vi si tenne rinchiuso Tommaso, in quegli stessi anni in cui si teneva rinchiuso nel Castello di Monte San Giovanni Campano, perché la famiglia non voleva che entrasse nell’ordine dei frati domenicani. I predetti Conti amavano risiedere nel Castello di Roccasecca per la salubrità del luogo e per la sìcurezza militare.

Il Castello è una monumentale testimonianza di secoli di storia medievale e moderna. Ivi nacque Tommaso d’Aquino, l’angelico dottore della Chiesa, eccelso teologo, profondo filosofo. Ancora oggi sono imponenti le mura menate, benché ridotte a brandelli. Sono superbe le torri quadrangolari e quella cilindrica. Maestosa la porta d’ingresso. Tetragono il mastio del munito maniero, sfida impavida contro gli uomini e contro il tempo.

Il Castello di Roccasecca fu fondato nel 994, dall’abate Mansone di Montecassino, a difesa dell’Abbazia dai Conti d’Aquino. La prima destinazione, in vero, fu Monte Asprano, il sito ove nascerà Castruni Coeli. Ma la mancanza d’acqua indusse Mansone a scegliere un altro posto, scendendo più giù. Da questa penuria di acqua derivò il nome di Rocca-sicca.

Oltre i tratti di mura e le torri del Castello, si può ammirare la diruta chiesa di Santa Croce, posta sul crinale tra il Castello stesso e la torre cilindrica. In questa chiesa dovette essere battezzato San Tommaso, dové fare le prime esperienze religiose e liturgiche.

Sito ottimizzato per IE 4.X o sup. a 800X600 px o sup.
© 2004 arcenews.it